By FreeReturn: Informazione & riflessione su economia, finanza e politica in genere.

lunedì 6 aprile 2009

3

La bufala della “zoccola”

Da alcuni giorni c’è un video che spopola su Youtube: il video incriminato ritrae la cerimonia di chiusura del I° congresso del PdL con Berlusconi che chiama a se le donne di partito definendo il Ministro Giorgia Meloni “zoccola”…nulla di più falso!!!

Nel video, si sente chiaramente Berlusconi chiamare intorno a sé la Gelmini, la Prestigiacomo e l’altra…la piccola (per 2 volte), quindi, nessun accenno a termini sminuenti nei confronti del “gentil sesso”.

Figuriamoci, poi, se uno come Berlusconi, che non va neanche al “cesso” senza consultare un sondaggio sull’opinione del popolo, sapendo di essere ripreso da decine se non centinaia di telecamere e registratori è così scemo da cadere in basso con affermazioni di questo tipo!!!

Aggiungo che il montaggio del video incriminato non è nemmeno tra i migliori, e, a chi pensa che sia reale rispondo con un «datemi un video del Papa, alcune sue frasi e anziché fargli recitare la messa di Pasqua, gli faccio fare una performance di bestemmie degne del peggior scaricatore di porto»…per ottenere questo, non serve molto: basta un programma di editing video, un mediocre programma mixer, mezz’ora di tempo ed il gioco è fatto!!!

Inoltre, per chi si è divertito a mettere in giro certe nefandezze, va ricordato che non si ottengono risultati di nessun tipo con queste porcherie, anzi, si ottiene l’effetto contrario a quello cercato, inoltre, si da modo ai politici di criticare Youtube, la rete in genere e di portare avanti la battaglia utilizzando a loro favore proprio materiale come quel video per rendere pubblico il sistema diseducativo e disinformante del web ed ottenere consenso popolare.

Concludo ricordando che internet è uno strumento potente, l’unico in grado di smascherare tutte le porcate che la politica compie quotidianamente, e va usato con le dovute cautele sapendo distinguere i fatti dalle cazzate che, comunque, ci sono al suo interno, ma, se nel nostro arsenale dobbiamo avere armi come il video-zoccola, forse la guerra è persa in partenza…

Questo post è di 343 parole, 1759 caratteri e 7 paragrafi (compreso queste 2 righe).

Share/Save/Bookmark


Scrivo poco (e anche male), se non ti annoio con quello che pubblico, FEEDati al blog! Non sai cosa sono e come funzionano i FeedRSS? clicca qui!

3 ->...E tu, cosa ne pensi? <-:

  • Mr. Nessuno

    Ma pensa te se devo difendere Berlusconi a causa di un imbecille che non ha niente di meglio che perdere il suo tempo a fare montaggi video/audio sperando di mettere il nano in cattiva luce!!!

    Preoccupiamoci, piuttosto, di quello che fa (o non fa) per l'Italia...suo personale feudo!!!

  • Danx

    AHAH fa sempre ridere però!!

  • Anonimo

    Figuriamoci, poi, se uno come Berlusconi, che non va neanche al “cesso” senza consultare un sondaggio sull’opinione del popolo, sapendo di essere ripreso da decine se non centinaia di telecamere e registratori è così scemo da cadere in basso con affermazioni di questo tipo!!!L

    La risposta è si.
    Il video per tua informazione non è stato montato ma a 0.16 sec dice proprio zoccola. Come zoccole sono tutte le sue ministre che succhiandogli il pisello sono dove sono.

    Informati

Posta un commento

Blog Widget by LinkWithin

Privacy

L'autore di questo blog si riserva di eliminare senza preavviso i commenti che siano illeciti, volgari, lesivi della privacy altrui, con contenuti di spam, ispirati da odio razziale, che possano recare danno ai minori, che contengano dati sensibili, che siano lesivi di copyright, che non siano correlati all'articolo cui si riferiscono.

Questo blog viene aggiornato senza una periodicità prestabilita quindi, ai sensi della legge n°62 del 07/03/2001, non è un prodotto editoriale o una testata giornalistica.

L'utilizzo del materiale di questo blog è soggetto alla licenza Creative Commons CC 2.5.

A partire dall'8 Aprile 2009 la pubblicità di AdSense presente in questo blog ha introdotto un sistema basato sugli interessi. Chiunque visualizzerà una pagina riceverà un cookie che aggregherà i contenuti preferiti dal navigatore. Questo cookie DoubleClick sarà associato al browser e non all'identità del visitatore che non potrà essere identificato in alcun modo. Esiste la possibilità di disabilitare questo cookie.

Disclaimer

 

Copyright 2009 All Rights Reserved by Mr. Nessuno Template Created by BloGrafica.